Benvenuti da Idea R | Vicenza - Romano di Lombardia (Bergamo)
Passa alla visualizzazione per i dispositivi mobili

      Idea R - Dai risalto al tuo marchio - Strategie di Web Marketing
  • HomeHome
  • Chi siamoChi siamo
  • ContattiContatti

Blog

Prendere uno smanettone del software degli anni 80, aggiungere un graphic designer di nuova generazione e allungare il tutto con uno studioso di strategie di marketing. Agitare energicamente e si ottiene il blog Idea R.

Change language... English

Ultimi pubblicati

Come creare un finto brand B2C per un vero servizio B2B

Come creare un finto brand B2C per un vero servizio B2B

Interessante caso di studio dove per pubblicizzare dei servizi B2B è stato creato un finto prodotto B2C in una campagna di guerrilla marketing.

Le prestazioni del tuo blog ti irritano? La soluzione è il cloud

Usi l'hosting più veloce del mondo? Se hai un'architettura obsoleta il tuo blog non avrà mai grandi prestazioni. Ecco la soluzione definitiva.

I più letti

Lazy loading and the SEO problem, solved!

Lazy loading and the SEO problem, solved!

The best SEO solution to index your dynamically loaded contents, no more compromises!

La fotografia di matrimonio

Ti hanno chiesto di fare qualche foto ad un matrimonio? Niente panico, ecco un breve manuale da cui partire... il resto è tutta esperienza.

Scelti dalla redazione

I segreti del Mental Marketing #1: il falso compromesso

I segreti del Mental Marketing #1: il falso compromesso

Si può usare il mentalismo nel marketing? Come professionista del marketing e prestigiatore di lunga data, vi rivelerò alcuni trucchi.

Come aumentare velocemente i MI PIACE dei social media al tuo sito

Ecco un download gratuito che mi ero creato un po' di tempo fa. E' un ottimo strumento per aumentare il coinvolgimento, ma va usato con cautela.
newsletter

Resta aggiornato sulle strategie digitali con la nostra newsletter

RSS feed

Moda

Pubblicato il 4/30/2013
Wonderbra, pubblicità senza veli e senza... modelle

In un epoca in cui per pubblicizzare un prodotto vengono spesso usate modelle svestite, anche quando sono tutt'altro che pertinenti, vi propongo l'esempio contrario per eccellenza.
Wonderbra, produttrice del famoso reggiseno Push-Up, forse sarebbe tra le poche ad aver ragione di usare modelle procaci nei propri poster. Vediamo invece come l'azienda riesce a comunicare simpaticamente e perfettamente il concetto, spesso senza nessuna modella.

Alcune pubblicità sono immediate, per altre vi do qualche secondo...

...leggi tutto l'articolo.

Caso di studio: IED Open Day, costruire un font a mano... letteralmente

IED (Istituto Europeo del Design) è un network internazionale di centri di formazione nei campi del Design, della Moda, della Comunicazione Visiva e del Management.
Periodicamente IED organizza degli Open Day offrendo gratuitamente attività didattiche che abitualmente vengono svolte durante l’anno accademico, in modo che gli ospiti abbiano l'opportunità di assistere in diretta alla lezioni di loro interesse.

Per la campagna di comunicazione dell'evento Open Day, ci siamo posti l'obiettivo di rendere manifesta la varietà della proposta formativa, identificandola specificatamente nelle 4 aree Design, Moda, Comunicazione Visiva e Management.
Sin da subito è stato evidente che dovevamo giocare con la materia, non potevamo limitarci ad una bella illustrazione: la moda è fatta di stoffa, la fotografia di carta, il design di oggetti, ecc.

...leggi tutto l'articolo.

Fotografo: Igor De Ruitz
Pubblicato il 5/21/2012
Sfilata Daniela Colzani: eleganza ed erotismo

Erano in centinaia ad assistere alla sfilata di Daniela Colzani, giovanissima stilista brasiliana, specializzatasi in Fashion Design a Milano e vincitrice del concorso europeo 2010 “The Link” organizzato dal salone Mare di Moda a Cannes. 

Testimonial d’eccezione all’Old Fashion Cafè di Milano  non poteva che essere la connazionale regina del carnevale di Rio, Ana Paula Evangelista.

Daniela Colzani disegna, taglia e cuce corsetti d’alta sartorialità portando avanti un processo di esaltazione della figura femminile. Raggiunge così gli ideali estetici che regolano un mondo che pare lontano, ma che di tanto in tanto riaffiora e ci fa capire che determinati parametri rimangono sempre costanti. Anche se negli ultimi anni passeggiava sulle passerelle il modello anoressico, lo “strizzato” e ”allungato” la fanno sempre da padroni nel quotidiano.

...leggi tutto l'articolo.

Pubblicato il 3/31/2012
I Know Monki, il nuovo webmagazine

Giovedì 29 Marzo, nella cornice di una scalmanata festa milanese tra creativi e blogger, viene annunciata una nuova presenza sul web: Iknowmonki.
Il webmagazine, al quale collaboro in qualità di redattore, dopo due mesi di lavoro preparatorio, formazione dello staff e numerosi workshop mirati, è stato messo on-line.

...leggi tutto l'articolo.

Pubblicato il 7/20/2010
Tag: Moda
Cenni sul mercato della moda

Il mercato della moda è suddiviso in ordine decrescente di prezzo, nei seguenti:

  1. Pret a Porter/Couture
  2. Designer
  3. Diffusion
  4. Bridge
  5. High Street

I segmenti centrali sono in crisi e solo gli estremi al momento sono in crescita, assieme al boom degli accessori; i consumatori non sono più nettamente distinti, capi d’alta moda vengono mescolati con capi high street e capi firmati con capi non firmati.
Gli ingredienti del successo sono: drastica riduzione dei tempi di produzione, prezzi abbordabili, collezioni continue non stagionali e controllo diretto della distribuzione. Fast Fashion è appunto la produzione di piccole collezioni ogni mese, poiché quelle annuali sono in crisi per la difficoltà di prevedere con un anno di anticipo i gusti degli utenti finali.
Nel frattempo un nuovo giocatore è entrato in scena, il Contemporary: nato in America e velocemente diffusosi in Europa, è basato sul concetto di self standing item, cioè un oggetto deve avere vita propria e non esistere necessariamente in abbinato con un altro, deve cioè essere acquistabile da solo. Per tale motivo storici produttori delle fasce Diffusion e Bridge si sono convertiti al Designer e al Contemporary. Il Contemporary è la risposta dell’America all’High Street in termini di qualità ed esclusività.

Il vero responsabile del prodotto fashion è il Product Manager, può coincidere con lo stilista, ma non necessariamente:

  • Comunicazione Visiva, Direzione ArtisticaComunicazione Visiva, Direzione Artistica
  • Applicazioni, Cloud, Mobile, SoftwareApplicazioni, Cloud, Mobile, Software
  • Strategie DigitaliStrategie Digitali
  • BlogBlog
Touching finger
RSS feed
Blog

Torna all'inizio