Welcome to Idea R | Branding - Web Agency - Digital Strategies
Switch to the mobile layout

      Idea R - Bring out your brand - Web Marketing strategies
  • HomeHome
  • About UsAbout Us
  • ContactsContacts

Blog

Take a software geek from the 80s, add a new generation graphic designer and dilute with a long time marketing strategist. Shake vigorously and you'll get the Idea R's blog.

Change language... italiano

You may be interested in

Case study: IED Open Day, building a font by hand... literally

Case study: IED Open Day, building a font by hand... literally

These days graphic design is mainly the result of software tools. Here's a case study where a brand is designed with glue and scissors

Last published

How to design a FAKE B2C brand for a real B2B service

How to design a FAKE B2C brand for a real B2B service

Interesting case study where to advertise B2B services we created a fake B2C product in a guerrilla marketing campaign.

Irritated by your blog performance? Boost it using the cloud!

Are you using the world's fastest hosting? If you have a bad architecture, your blog won't have a great performance. Here is the ultimate solution.

Most popular

Lazy loading and the SEO problem, solved!

Lazy loading and the SEO problem, solved!

The best SEO solution to index your dynamically loaded contents, no more compromises!

Case study: TAV Engineering, branding for B2B services

How to create a brand that keeps distance from the cold and aseptic image of the metal industry, focusing instead on the human aspect.

Editor's pick

Mental marketing secret #1: the fake compromise

Mental marketing secret #1: the fake compromise

Can mentalism influence marketing? As a marketing professional and a long term magician, I will reveal you some tricks.

How to dramatically increase social media LIKEs to your web site

Here's a free download that I created some time ago. It's a good tool for increasing engagement, but use with caution.
newsletter

Stay informed on digital strategies

RSS feed

La fotografia di matrimonio

Photographer: Igor De Ruitz
Published on 11/20/2011
La fotografia di matrimonio

Dal punto di vista tecnico, esistono tre approcci alla fotografia di matrimonio:

  • Professionale da studio
  • Reportage
  • Amatoriale

Il primo è riservato ai professionisti, innanzitutto poiché vengono utilizzate attrezzature costose (più monotorce comandate da servocellule oppure bank a luce continua), ma soprattutto richiede molta esperienza nella gestione dell’illuminazione.
Il secondo invece è un approccio alternativo, non si usano flash ma piuttosto obiettivi luminosi ed ISO elevati, preferendo, proprio per la grana introdotta dall’alta sensibilità, foto finali in bianco e nero. Il non doversi concentrare sulla carica del flash permette, muovendosi rapidamente tra gli invitati, di divertirsi con le composizioni sperimentando inquadrature creative. Per minimizzare anche i cambi di ottica, l'ideale è avere uno zoom tuttofare o meglio, due fotocamere al collo con ottiche differenti.
L'approccio amatoriale infine, è quello con il flash a slitta montato sulla fotocamera, ma che tendenzialmente produce risultati più scadenti, i primi piani sono di solito sovraesposti (soprattutto il vestito della sposa) mentre i soggetti sullo sfondo sono sempre immersi nel buio. Questo non significa che il flash a slitta non possa essere utilizzato per fare belle foto, anzi in alcuni casi potrebbe essere l'unica soluzione possibile: ad esempio se il matrimonio venisse celebrato in una piccola cappella, l'approccio professionale potrebbe non essere applicabile per i ridotti spazi di movimento, mentre quello da reportage potrebbe essere vanificato dalla scarsa illuminazione. In questo caso però vanno comunque utilizzati preferibilmente almeno due flash, che con le moderne tecnologie di sincronizzazione (ad esempio il Creative Lighting System di Nikon), saranno in grado di creare una luce più che soddisfacente. I flash potranno essere montati su stativi (mai sulla fotocamera) oppure agganciati su un monopiede e posizionati a seconda delle necessità di ogni scatto dal proprio abile assistente: in quest'ultimo caso si deve fare affidamento su una persona che sappia cosa sta facendo e con la quale si sia in grado di stabilire una rapida e silenziosa intesa (durante la cerimonia si dovrebbe evitare di gridare ordini da una parte all'altra della sala). La luce dei flash potrà infine essere ammorbidita puntandola verso l'alto se il soffitto non è troppo distante (cosa che invece è praticamente la normalità in una chiesa) oppure utilizzando piccoli softbox progettati appositamente per i flash a slitta.

Personalmente durante la cerimonia preferisco utilizzare sempre un approccio misto, ad esempio io uso più flash su stativo (soprattutto per congelare i momenti istituzionali), però spesso spengo il trasmettitore radio per fare anche qualche scatto ad alti ISO, mentre l'assistente contemporaneamente utilizza l'approccio a reportage senza flash.

Catturare una vasta gamma di espressioni emotive della giornata è fondamentale per poter creare un album che racconti una storia. A parte le pose classiche e i momenti da catturare obbligatoriamente, la giornata di un fotografo matrimonialista è lunga e questo permette anche di lasciarsi andare con la fantasia creando scatti molto interessanti; a tal proposito voglio dare un consiglio che ritengo prezioso ai fini della creatività: i matrimoni non sono tutti uguali e le foto nascono dai soggetti e dalle situazioni che sono sempre unici, dunque non fate l'errore di partire da casa con delle immagini già in mente, ma cercate sempre l'ispirazione sul posto, lasciandovi trasportare dalla spontaneità e originalità delle situazioni che incontrerete.

Vediamo ora di analizzare la scaletta di un matrimonio e segnarci le foto che non possono mancare.

Fase 1: il pre-cerimonia

Pre-cerimonia
  • La preparazione della sposa
    • la casa,
    • l’arrivo dei parenti,
    • prima di vestirsi,
    • il make-up
    • le emozioni (le ansie, qualche lacrima),
    • le persone chiave (madre, sorella testimoni),
    • il vestirsi e le persone che aiutano,
    • primi piani delle varie espressioni,
    • l’acconciatura dei capelli,
    • un po' di still-life, ad esempio le scarpe, i gioielli, la giarrettiera, ecc.
  • La preparazione dello sposo
    • l’arrivo dei parenti,
    • mentre si veste,
    • le emozioni e le ansie,
    • soffermarsi su qualche dettaglio (cravatta, gemelli, ecc.),
    • le persone chiave (padre, madre, fratelli-sorelle, testimoni),
    • pose formali (tempo permettendo).
  • Gli ultimi preparativi della sposa
    • il velo nuziale,
    • i fiori,
    • alcuni dettagli degli abiti,
    • pose formali (tempo permettendo),
    • i momenti finali,
    • l’interazione fra la sposa e il padre.

Fase 2: la cerimonia

Cerimonia
  • Cerimonia
    • l’arrivo dei nonni e dei genitori,
    • fotografie agli invitati,
    • l’ingresso dello sposo con i testimoni,
    • la sposa che scende dalla macchina (provare anche scorci dalla portiera semi aperta),
    • l’espressione dello sposo appena vede la sposa,
    • l’ingresso dei testimoni (provare qualche ripresa da angolazioni insolite),
    • l’ingresso della sposa,
    • le damigelle,
    • i bambini che portano gli anelli agli sposi,
    • i momenti chiave (scambio anelli, benedizione, bacio, ecc.).
  • Fine cerimonia
    • la firma del registro,
    • l'uscita dalla chiesa,
    • il lancio del riso.
  • Pose formali
  • Ambientazione
    • la chiesa,
    • gli addobbi floreali.

Vuoi vedere altre foto?

Oltre alle foto che vedi un questo articolo ne abbiamo tantissime altre.
Visita la nostra pagina Instagram cliccando il pulsante qui sotto e poi seguici per rimanere sempre aggiornato!

Idea R on Instagram

Fase 3: il post-cerimonia

Post-cerimonia
  • Gli sposi
    • quando lasciano il luogo della cerimonia,
    • la macchina,
    • ritratti (quelli che chiamo fashion, quelli cioè dove per almeno un giorno nella loro vita, tutti possono essere fotomodelli).
  • Gli altri
    • fotografie informali alle famiglie ed ai testimoni prima del rinfresco,
    • bambini che giocano,
    • bambini stufi/arrabbiati,
    • il libro delle firme degli invitati,
    • le persone a tavola.
  • Il luogo
    • l’ambientazione del luogo del rinfresco,
    • la disposizione dei posti a sedere.

Fase 4: il rinfresco

Rinfresco
  • Momenti chiave
    • il primo ballo,
    • il brindisi,
    • il taglio della torta,
    • il momento fatidico del bacio,
    • il lancio del bouquet,
    • il lancio della giarrettiera,
    • il divertimento generale,
    • gli scherzi agli sposi,
    • la partenza degli sposi.
  • Altro
    • i camerieri,
    • le pietanze,
    • la torta,
    • i confetti,
    • le bomboniere.

Vuoi contribuire anche tu a questo articolo?

Io ho solo sfiorato l'argomento, lascia un commento e condividi la tua esperienza.

Ti è stato utile l'articolo?

Condividilo allora con i tuoi amici su Facebook!
A te basta solamente cliccare il pulsante qui sotto, ma a noi farai un enorme favore.

 

You are the reader number 16,682.

Comments

comments powered by Disqus
Creative Commons License

Photographies, videos, graphics and texts by Idea R are licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

Previous article

Previous article

Reflections on the water with Photoshop

Next article

Centering text with CSS

Next article
  • Visual Communication, Art DirectionVisual Communication, Art Direction
  • Apps, Cloud, Mobile, Software DesignApps, Cloud, Mobile, Software Design
  • Digital StrategiesDigital Strategies
  • BlogBlog
Touching finger
RSS feed
Blog

Scroll to top