Benvenuti da Idea R | Vicenza - Romano di Lombardia (Bergamo)
Passa alla visualizzazione per i dispositivi mobili

      Idea R - Il tuo sito web primo sui motori di ricerca. Automaticamente con Infrared CMS!

Blog

Prendere uno smanettone del software degli anni 80, aggiungere un graphic designer di nuova generazione e allungare il tutto con uno studioso di strategie di marketing. Agitare energicamente e si ottiene il blog Idea R.

Change language... English

Casi di Studio

Casi di studio su strategie digitali per il marketing, pubblicità, comunicazione visiva, direzione artistica e applicazioni web.

Pubblicato il 10/30/2012
Categorie: Branding
Caso di studio: branding Serendipity, analisi semiotica (fase 2)

Serendipity è il nuovo progetto pedagogico della Casa Circondariale di San Vittore, un brand ombrello che racchiude sotto un'unica direzione tutte le attività formative e rieducative dei detenuti.

Dopo l'analisi della concorrenza eseguiamo un'analisi semiotica dei segni, soprattutto perché come già affermato l'argomento trattato è pieno di trappole, basta un minimo errore ed ecco che perdiamo i nostro pubblico di riferimento. Quali sono i segni e i codici che generano il processo di significazione del brand e come possiamo usarli a nostro vantaggio in una sorta di microchirurgia del significato?

Leggi tutto l'articolo...

Pubblicato il 10/29/2012
Categorie: Branding
Caso di studio: branding Serendipity, analisi della concorrenza (fase 1)

Serendipity è il nuovo progetto pedagogico della Casa Circondariale di San Vittore, un brand ombrello che racchiude sotto un'unica direzione tutte le attività formative e rieducative dei detenuti.
Il progetto di branding è particolarmente interessante poiché pieno di trappole: l'argomento carcere è scomodo, la società tende a erigere muri, dimenticare e separare il dentro dal fuori.

La promozione di nuovi percorsi di inclusione sociale è certamente l’obiettivo primario, ma non l’unico: altrettanto importante è documentare ciò che accade quando la cultura entra nel carcere, cancellando i cliché che vedono il carcere come discarica sociale. Mostrarsi “all’esterno” è il primo passo verso la sensibilizzazione, rendere partecipi tutti dei sorprendenti progressi rieducativi è un incentivo alla solidarietà pubblica e privata. 
Per raggiungere questi obiettivi Serendipity non ha bisogno solamente di aiuti economici, ma anche di oggetti, alle volte i più elementari e scontati.

Vi propongo in questo caso di studio il progetto che abbiamo intrapreso per 1 anno sotto il patrocinio dell'Istituto Europeo del Design: seguiremo assieme tutto il percorso dall'analisi della concorrenza, all'analisi semiotica, al brief fino ad arrivare alla fine alla stesura di un brand manual, un progetto web e una campagna pubblicitaria.

Leggi tutto l'articolo...

Fotografo: Igor De Ruitz
Pubblicato il 6/6/2012
Caso di studio: la Collezione dei Libri Magici

L’effetto che mi accingo a presentarvi è il punto di congiunzione di due passioni artistiche che ho coltivato per anni, mantenendole volutamente separate, fino a quando non ho ritenuto che fossero entrambe arrivate alla maturità necessaria per beneficiare in ugual modo una dell’altra: mi sto riferendo alla passione per la magia e a quella per il teatro.

Ritengo importante aver atteso il momento giusto prima di cercare il punto di contatto fra i due mondi, poiché nonostante per entrambi si tratti fondamentalmente di esibizioni con l’artista su un palcoscenico e il pubblico seduto in platea, purtroppo non si sa perché la formazione segue due strade completamente diverse.

Leggi tutto l'articolo...

Pubblicato il 6/1/2012
Categorie: Branding
Caso di studio: branding, naming e infografica DMC

Una struttura come DMC, la cui missione è fornire servizi di design strategico alle imprese, viene richiesta di servizi non previsti ovvero la ricerca di figure professionali specifiche per compiti attinenti alle discipline del design. Tale richiesta non è tuttavia così distante dalla missione di DMC, che può decidere di attivarla cercando di ottimizzare la rete di contatti a disposizione di suoi fondatori causa lunga esperienza professionale.

DMC vuole offrire un pacchetto che risponda a queste richieste, comunicando sia la garanzia di un data base efficace, sia la funzione di tutoraggio interno delle giovani professionalità, al fine di evitare che la loro inesperienza sommata a quella dei loro interlocutori dia risultati negativi.

DMC richiede:

  • Trovare un nome efficace per il nuovo prodotto.
  • Disegnare un marchio sulla falsariga di quelli già esistenti per gli altri prodotti.
  • Creare una formula per il progetto di affiancamento e tutoraggio.
  • Creare un'infografica che spieghi i passi operativi del prodotto.

Leggi tutto l'articolo...

Torna all'inizio