Welcome to Idea R | Branding - Web Agency - Digital Strategies
Switch to the mobile layout

      Idea R - Do your competitors are always ahead? - Raise your voice with web marketing!

Blog

Take a software geek from the 80s, add a new generation graphic designer and dilute with a longtime marketing strategist. Shake vigorously and you'll get the Idea R's blog.

Change language... italiano

Campagne pubblicitarie interne con Google Analytics e AdRotator .NET

Published on 7/17/2012
Categories: Web Analytics
Campagne pubblicitarie interne con Google Analytics e AdRotator .NET

This article is available in English too.

Un banner per una campagna interna è uno che punta allo stesso sito in cui è contenuto, ad esempio potete fare pubblicità ad un prodotto mentre l'utente ne sta esaminando un altro.
Per quanto riguarda i banner ospitati in siti esterni la maniera migliore di raccogliere statistiche è quella di usare i parametri UTM (Urchen Tracking Module): Google Analytics può raccoglierli e raggrupparli automaticamente.
Purtroppo però l'approccio UTM non è buono per le campagne interne, perché quando viene mischiato con quelle esterne, compromette l'analisi: provate ad immaginare cosa accade se un utente clicca su un banner esterno, poi su uno interno e infine esegue una conversione. Qual è la causa e qual è l'effetto?

Per le campagne interne la maniera migliore di raccogliere informazioni è la funzionalità event tracking di Google Analytics. L'event tracking è stato creato per analizzare molti tipi di azioni utente, anche quelle che non sono strettamente legate alla visita di una pagina, per esempio lo scaricamento di un file, l'ascolto di un MP3, la visualizzazione di un video, ecc.

Per abilitare l'event tracking quando un utente clicca sul nostro banner, dobbiamo aggiungere il seguente codice nel link:

onclick="gaq.push(['_trackEvent', 'MyCampaignName', 'MyBannerName', this.href]);"

Quando usiamo un controllo ASP.NET AdRotator, tutte le nostre pubblicità sono contenute un un file XML, ma apparentemente non c'è nessuna maniera di assegnare un evento JavaScript ad un link. Possiamo farlo in due maniere, con jQuery lato client o con C# lato server.
In questo caso io preferisco lato server poiché sto ruotando gli annunci casualmente (potete usare jQuery se il vostro AdRotator contiene solo un annuncio) e posso quindi aggiungere più informazioni alle statistiche mentre genero il controllo. Per ottenere ciò useremo le proprietà custom di AdRotator, cioè aggiungeremo un campo personalizzato chiamato CampaignName al file XML.

<?xml version="1.0" encoding="utf-8" ?>
<Advertisements>
    <Ad>
        <ImageUrl>~/images/MyFirstBannerImage.jpg</ImageUrl>
        <NavigateUrl>~/MyFirstPage.aspx</NavigateUrl>
        <CampaignName>My first campaign</CampaignName>
    </Ad>
    <Ad>
        <ImageUrl>~/images/MySecondBannerImage.jpg</ImageUrl>
        <NavigateUrl>~/MySecondPage.aspx</NavigateUrl>
        <CampaignName>My second campaign</CampaignName>
    </Ad>
...

Per concludere genereremo il codice  JavaScript quando il controllo lancerà l'evento AdCreated:

private void m_MyAdRotator_AdCreated(object sender, AdCreatedEventArgs e)
{
    ((AdRotator)sender).Attributes.Add("onclick",
        String.Format("_gaq.push(['_trackEvent', '{0}', 'MyBanner', this.href]);",
        e.AdProperties["CampaignName"]));
}

Questo è tutto, ora con il vostro profilo Google Analytics potete analizzare sia le campagne esterne che quelle interne senza confondere i dati.

Ti è stato utile l'articolo?

Aiutaci a diffonderlo in rete utilizzando Twitter.
A te basta solamente cliccare il pulsante qui sotto, ma a noi farai un enorme favore.

You are the reader number 8,590.

Comments

Previous article

Previous article

How to include CSS files programmatically in ASP.NET

Next article

TechEd Europe 2012: Windows 8 report from Amsterdam

Next article

Scroll to top