Welcome to Idea R | Branding - Web Agency - Digital Strategies
Switch to the mobile layout

      Idea R - Do others know who you are? Design your corporate identity
  • HomeHome
  • About UsAbout Us
  • ContactsContacts

Blog

Take a software geek from the 80s, add a new generation graphic designer and dilute with a long time marketing strategist. Shake vigorously and you'll get the Idea R's blog.

Change language... italiano

You may be interested in

Irritated by your blog performance? Boost it using the cloud!

Irritated by your blog performance? Boost it using the cloud!

Are you using the world's fastest hosting? If you have a bad architecture, your blog won't have a great performance. Here is the ultimate solution.

Influencer Marketing: all you need to know

What is the influencer marketing? Who are the brand ambassadors? Let's see how small and medium-sized companies can exploit to their advantage.

Last published

How to design a FAKE B2C brand for a real B2B service

How to design a FAKE B2C brand for a real B2B service

Interesting case study where to advertise B2B services we created a fake B2C product in a guerrilla marketing campaign.

How to skip the CDN during ASP.NET development

How to inject the Content Delivery Network URL in the production website without having to hardcode it.

Most popular

Lazy loading and the SEO problem, solved!

Lazy loading and the SEO problem, solved!

The best SEO solution to index your dynamically loaded contents, no more compromises!

Case study: IED Open Day, building a font by hand... literally

These days graphic design is mainly the result of software tools. Here's a case study where a brand is designed with glue and scissors

Editor's pick

Mental marketing secret #1: the fake compromise

Mental marketing secret #1: the fake compromise

Can mentalism influence marketing? As a marketing professional and a long term magician, I will reveal you some tricks.

How to dramatically increase social media LIKEs to your web site

Here's a free download that I created some time ago. It's a good tool for increasing engagement, but use with caution.
newsletter

Stay informed on digital strategies

RSS feed

Perché i post sulla tua pagina Facebook hanno poca visibilità?

Published on 11/14/2014
Tags: Facebook
Perché i post sulla tua pagina Facebook hanno poca visibilità?

Hai scritto un articolo bellissimo, per esempio sul tuo blog.
Ora è arrivato il momento di diffonderlo in Internet.
Hai una pagina Facebook con 5 mila fan, di conseguenza pensi che pubblicizzare il tuo articolo sarà cosa semplice.
Scrivi dunque un post perfetto per Facebook.

  • Usi un'immagine che cattura l'attenzione
  • Un titolo interessante
  • Un'attraente e breve descrizione
  • Una coinvolgente call to action
  • Alla fine lo pubblichi esattamente nel momento del giorno in cui la tua audience è più recettiva.

Ti siedi e aspetti.
Dopo un paio di ore noti che Facebook ha mostrato il tuo post solo a 20 dei 5000 fan e a fatica ricevi un paio di MI PIACE.

Ecchecavolo! Perché?!

Non ti annoierò con un'inutile quantità di fuffa su come si scrive un articolo per Facebook. Questa volta ti parlerò come uno sviluppatore software, non come un copywriter.
Non è una questione di qualità del post, la ragione va cercata nell'algoritmo di Facebook.

L'algoritmo di Facebook per i nuovi post

Quando aggiungi un nuovo post sul diario della tua pagina Facebook, le cose seguenti accadono

  1. Facebook vuole capire se il tuo nuovo post può essere interessante per i lettori. 
  2. Allora tenta di mostrarlo ad una piccola percentuale dei tuoi fan, diciamo all'1%.
  3. Se questo piccolo insieme di fan viene coinvolto (mi piace, condivisioni o commenti), allora Facebook assume che il tuo post potrebbe essere interessante... ma non è ancora del tutto sicuro.
  4. Allora Facebook prova a mostrarlo ad un pubblico leggermente più grande, diciamo il 5% dei tuoi fan.
  5. Se anche questi vengono coinvolti, allora il cerchio si allarga e così via...

Il problema è che il primo gruppo di fan deve reagire, se vuoi che il tuo post sia poi mostrato ad un pubblico più ampio.
Ma perché non accade? Il tuo post è perfetto!

Qualità dei fan

La causa di tutto sta diventando sempre più ovvia.
Se tu hai un'alta percentuale dei tuoi seguaci che non viene coinvolta, allora statisticamente il primo piccolo gruppo di fan che vedrà il tuo post, potrebbe non venire coinvolto per nulla.
Questo verrebbe interpretato da Facebook come "post non interessante" e di conseguenza il tuo post diventerebbe virtualmente invisibile.

Questa triste cosa non accade solo a te, sei in buona compagnia, accade praticamente a tutti!
Lo sai perché hai così tanti seguaci inattivi?
Perché la maggior parte sono finti.

Il problema dei finti fan

Quando crei una pagina Facebook, ci sono due maniere per ottenere velocemente fan: la maniera legale e quella illegale.

  • La maniera legale è quella di promuovere la tua pagina utilizzando gli annunci pubblicitari di Facebook.
  • La maniera "illegale" è quella di comprare fan delle agenzie che li vendono, quelli che ti propongono 1000 seguaci per 10€.

La seconda maniera per ottenere seguaci, ti porterà migliaia di finti fan asiatici. Praticamente persone che vengono pagate per premere il pulsante MI PIACE.
Ovviamente questi utenti non verranno mai coinvolti.

So cosa stai pensando. Stai pensando che tu non hai mai comprato fan nella maniera "illegale". Semmai qualche volta ha usato gli annunci Facebook, sicché tutti i tuoi fan sono vere persone interessate a te.
Mi dispiace, non so come dirtelo, ma non è così.
TI spiego perché.

Ti è piaciuto fino a qua l'articolo?

Prima di continuare nella lettura, seguici sulla nostra pagina Google+ cliccando il pulsante qui sotto!
In tal modo rimarrai aggiornato sulle strategie digitali non solo con i nostri articoli, ma anche con le migliori pubblicazioni che raccogliamo in giro per la rete.
Se poi vorrai premere anche il pulsante +1, ci aiuterai a diffondere l'articolo sul web.

 
 

Prova ad immaginare, tu sei il proprietario di un'agenzia che vende finti "mi piace".
Il tuo problema principale è che non vuoi che Facebook ti scopra.
Non vuoi finire nella sua lista nera.

Così, per confondere Facebook, non devi limitarti a fare click solo sulle pagine dei tuoi clienti, devi fare click un po' dappertutto, anche sugli annunci a pagamento.
Questo è il motivo per cui anche se tu hai fatto le cose sempre in regola, se hai usato gli annunci a pagamento oppure solo le public relation, alla fine ti trovi comunque con molti finti fan.
Non c'è bisogno che mi creda sulla parola, dai un'occhiata ai dati demografici della tua pagina Facebook.

I tuoi fan sono proporzionalmente distribuiti su tutto il mondo?
O stranamente, hai un sacco di fan dal Pakistan, Egitto, Indonesia, ecc.?

La soluzione

Dopo aver esaminato l'algoritmo di Facebook, è ora chiaro che è meglio avere solo 500 veri fan interessati a te, piuttosto che 500 veri fan + 4500 finti fan.
Nel primo caso il tuo post verrà mostrato a 500 persone, poiché la maggior parte di esse interagiranno con quello che scrivi.
Nel secondo caso il tuo post verrà mostrato a 50 persone (il primo 1%). Questo purtroppo significa che solo 5 veri fan lo leggeranno (il 10% del primo 1%).

Come possiamo limitare il numero di finti fan?

  • Invita solo persone VERE e interessate ai tuoi argomenti.
  • Non comprare MAI seguaci.
  • Non fare MAI scambio di seguaci (metto mi piace alla tua pagina se tu lo fai sulla mia).
  • CANCELLA i finti fan (attività difficile e noiosa).

A proposito, c'è anche un'altra soluzione: smetti di perdere tempo con la pagina Facebook, è una battaglia persa in partenza.

newsletter

Ti è piaciuto l'articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita, in tal modo potrai restare aggiornato sulle strategie digitali.

You are the reader number 10,412.

Comments

comments powered by Disqus
Creative Commons License

Photographies, videos, graphics and texts by Idea R are licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

Previous article

Previous article

Not mobile friendly? Your ranking is going to precipitate!

Next article

How to make your website look great on social media

Next article
  • Visual Communication, Art DirectionVisual Communication, Art Direction
  • Apps, Cloud, Mobile, Software DesignApps, Cloud, Mobile, Software Design
  • Digital StrategiesDigital Strategies
  • BlogBlog
Touching finger
RSS feed
Blog

Scroll to top