Welcome to Idea R | Branding - Web Agency - Digital Strategies
Switch to the mobile layout

      Idea R - Plan your visual communication at 360°

Blog

Take a software geek from the 80s, add a new generation graphic designer and dilute with a longtime marketing strategist. Shake vigorously and you'll get the Idea R's blog.

Change language... italiano

Il blog è il miglior canale persuasivo

Source: TechnoratiMedia
Published on 3/13/2013
Categories: Social Media

Il report annuale di TechnoratiMedia sull'influenza delle strategie digitali nella popolarità dei brand, conferma la crescente importanza di una strategia social media, ma soprattutto ci svela alcuni dati sorprendenti.

Investimenti nella comunicazione social media

Facebook è in assoluto il social network dove i brand comunicano maggiormente, seguito con un distacco minimo dalla piattaforma di micro blogging Twitter.

 

Dove i brand sono sociali

E' previsto un aumento del 40% degli investimenti sulle strategie di comunicazione digitale, in particolare si investe su Facebook più che su tutti gli altri social media messi assieme.

Dettaglio spesa social media

Cosa influenza di più gli utenti?

Questo è uno dei dati più interessanti che saltano all'occhio dal report. 
I blog vincono la palma per il canale di comunicazione sociale con il maggiore potere persuasivo. Questo sottolinea ancora di più l'importanza della qualità dell'informazione, ovvero vale molto di più un buon articolo che parla del brand, piuttosto che messaggi pubblicitari ad alto budget.

Influenza dei social media

Interessante anche il fatto che il blog, sebbene di poco, surclassi lo strumento forum: la spiegazione è che la gente non ha voglia di confrontare decine di opinioni contrastanti. Meglio una unica voce autorevole, piuttosto che centinaia di post su un forum.
Altro dato interessante che segue questa logica: più è piccolo il blog, maggiore è la sua influenza.

Influenza dei blog

Perché gli utenti seguono i brand? 

Dal grafico seguente si notano alcune informazioni di carattere generale ed alcune specifiche per ogni social media.

  • I social network non servono per comprare.
  • Non servono nemmeno come cassetta dei reclami dove lamentarsi pubblicamente (ultimo posto).
  • Sono soprattutto un canale per stare in contatto con il brand ed essere informati tempestivamente delle attività connesse.
  • Sono anche un ottimo posto dove informarsi sui prodotti/servizi del brand: YouTube è il social media preferito.
  • Anche Pinterest (a pari merito con l'inossidabile Facebook) è un canale primario per informarsi su prodotti/servizi. Questa cosa la trovo molto interessante e un po' anche sorprendente.
  • Infine, come già preannunciato, le grandi piattaforme social media non sono lo strumento dei feedback, cioè non sono usati per leggere le opinioni degli altri: il blog è lo strumento che la fa da padrona.

Perché si seguono i social media? 

Conclusioni

Gli utenti Internet non sono interessati a siti web autoreferenziali, vogliono invece contenuti interessanti, altrimenti… se ne vanno da un’altra parte a cercarli.
In un panorama digitale frequentato da milioni di opinioni discordanti, il blog è una grande opportunità per affermare la propria competenza e gestire la reputazione aziendale.
Chi ne beneficia maggiormente sono le aziende B2B, cioè aziende che non si rivolgono al mercato consumer. L'importante è ricordare che il blog non è uno strumento di vendita, è invece essenziale per rimanere in contatto con i clienti e per attrarne di nuovi. Ma il dato più interessante è che non sono necessari ingenti investimenti, anzi più è piccolo il blog, maggiore è la sua influenza sul mercato.

Scarica il report 2013 di TechnoratiMedia

You are the reader number 3,589.

Comments

Previous article

Previous article

Tracking Facebook likes with Google Analytics, the real solution!

Next article

Case study: IED Open Day, building a font by hand... literally

Next article

Scroll to top