Welcome to Idea R | Branding - Web Agency - Digital Strategies
Switch to the mobile layout

      Idea R - Do others know who you are? Design your corporate identity

Blog

Take a software geek from the 80s, add a new generation graphic designer and dilute with a longtime marketing strategist. Shake vigorously and you'll get the Idea R's blog.

Change language... italiano

Caso di studio: branding Serendipity, web design (fase 5)

Published on 11/3/2012
Categories: Web Design
Caso di studio: branding Serendipity, web design (fase 5)

Serendipity è il nuovo progetto pedagogico della Casa Circondariale di San Vittore, un brand ombrello che racchiude sotto un'unica direzione tutte le attività formative e rieducative dei detenuti.

Redatto il brand manual dovevamo trovare una maniera efficace di farci conoscere attraverso il web.

Fase 5.1: Copywriting

Ed eccoci di nuovo a dover fronteggiare il rischio di cadere in una comunicazione sociale di tipo "piagnucoloso", se non addirittura antipatica (visto l'argomento).
I visitatori che capitano su un nuovo sito web, se dopo pochi secondi non sono stati convinti, rimbalzano, termine tecnico che significa "se ne vanno subito".
Per il testo di presentazione è stato compiuto un attento lavoro di copywriting, sia per chiarire immediatamente al lettore l’argomento del sito, sia per permettere ai motori di ricerca una corretta indicizzazione del sito e delle parole chiave:

  • casa circondariale
  • San Vittore
  • Serendipity
  • area pedagogica
  • attività rieducative
  • attività riabilitative
  • cultura
  • carcere
  • detenuto
  • persona
  • educazione

Il testo si divide in 3 periodi seguendo la logica della piramide invertita, cioè prima si dicono le conclusioni, poi si approfondisce.
Il primo periodo spiega di cosa ci occupiamo:

Serendipity è il nuovo volto della Casa Circondariale di San Vittore che, raggruppando tutte le attività rieducative e riabilitative, si pone la missione di sensibilizzare la cittadinanza su ciò che accade “all’interno”.

Il secondo periodo spiega il significato della parola Serendipity, parola inglese che ha il suo corrispondente in Italiano, ma che è poco conosciuta. Il nome Serendipity era preesistente al momento dell'inizio di questo progetto, sicché toccava ora a noi spiegarlo:

“Serendipity” indica la sensazione che si prova quando si scopre una cosa non cercata e imprevista mentre se ne sta cercando un’altra.

Il terzo e ultimo periodo spiega perché questo progetto si chiama Serendipity:

Allo stesso modo, quando la cultura entra nel carcere, il detenuto si trasforma in persona e spesso il seme dell’educazione fiorisce nei posti più inaspettati.

Fase 5.2: Web Design

Le immagini e la dislocazione delle informazioni sulla home page sono importantissime al fine di una comunicazione rapida (ricordate i visitatori che rimbalzano?).

web design

L'immagine centrale è la prima che si nota, rappresenta fotograficamente la metafora del seme della cultura che fiorisce nei posti più inaspettati (vedi il brief).
L'occhio poi si sposta sul logo che richiama l'immagine e subito sotto, con un effetto tipografico ad alto contrasto, chiariamo immediatamente di cosa stiamo parlando: Casa Circondariale di San Vittore - Area Pedagogica. Se a questo punto siamo riusciti ad incuriosire il visitatore, il passo successivo sarà la lettura del testo sottostante (vedi il copywriting).
La parte centrale della pagina è occupata dai link alle 4 aree pedagogiche, seguite immediatamente sotto dalle news.

web design

Le pagine interne mantengono lo stile fortemente fotografico, per mantenere un contatto con la realtà pur trasmettendo messaggi positivi e costruttivi.
Si è scelto volutamente di evitare immagini carcerarie per preferire primi piani di mani che lavorano, ambienti di studio o ritratti di "success stories".

web design

Fase 5.3: Mobile

E' stata progettata anche una versione per smartphone del sito Internet, necessaria per due motivi: rapidità e agevolezza.
Una versione più leggera in termini di immagini e codice, dotata di un layout liquido (che si adatta cioè alle svariate misure dei display), rende più rapido il caricamento delle pagine da parte dei dispositivi con banda ridotta.

web design for smartphone

Concluderemo il nostro caso di studio in 6 puntate, con l'ultimo articolo dedicato alla campagna pubblicitaria.

Ti è piaciuta la realizzazione di questo progetto?

Vieni a vedere tutte le immagini su Behance cliccando il pulsante qui sotto!
Se poi decidi di segnalare il tuo apprezzamento al progetto, ci aiuterai a farlo conoscere in rete.

You are the reader number 6,302.

Comments

Previous article

Previous article

3 methods to detect mobile devices in ASP.NET

Next article

Infographic: the Social Media history

Next article

Scroll to top